gosia_mj_portfolio_2016_17.pdf

«In arte è difficile dire qualcosa che sia altrettanto buono del non dire niente.» Ludwig Wittegestein, Pensieri diversi, 1932-1934.


Il progetto consiste nella sequenza di tre installazioni sonore all'interno di una stanza blu.

L'opera costituisce un atto compensativo per la mancata realizzazione di un lavoro ideato in precedenza dall'artista e mai concluso. Nasce quindi da un vuoto progettuale: il fallimento, infatti, ha stimolato una ricognizione sulle possibilità di cambiamento insite nella nozione di crisi (dal greco krísis: scelta).

Poiché lo stato di crisi si esprime nell’incapacità di affrontare una transizione, l'artista ha focalizzato la paralisi e ha tentato di verificarne la portata. In questo modo, è approdata alla stesura di un testo che favorisse la meditazione non solo per l'artista in fase di blocco, ma anche per gli altri principali attori del sistema-arte: il curatore e lo spettatore.

Meditazione per superare la crisi creativa

Meditazione per superare la crisi curatoriale

Meditazione per superare la crisi percettiva

Le tre meditazioni formano quindi un polittico sonoro che esorta reazioni interpellando direttamente pubblico e professionisti, pur deridendo l'insuccesso dell'artista in chiave sia autoironica che autocritica



" In art it is hard to say anything as good as: saying nothing" Ludwig Wittgenstein


The project is the sequence of three sound installations in a blue room.

The project counterweights the failure to fulfil a previously idealized and never ended work. It raises from a projectual void. In fact, the failure has incited an observation on the possibility of inherent change in the notion of crisis (from the greek Krisis: choice).  

Since the crisis may manifest as the inability to face a transition, the artist has focused on paralysis and attempted to verify its possibilities. The final result is reached drafting a text that favored meditation not only for the artist dealing with creative block, but also for the other major actors of the art-system: the curator and the spectator.

Meditation for overcoming creative block

Meditation for overcoming curatorial block

Meditation for overcoming perceptual block

Therefore the three meditations create a sound altarpiece that encourages audience reaction by self-reflection and self-questioning, while deriding the artist's failure in the kind of self-ironic and self-critical way.



Progetto in collaborazione con Shivum Sharma (musica, voce), Anna Szczykutowicz (voce), Chris Aiken (voce)

Project  in collaboration with Shivum Sharma (music, voice), Anna Szczykutowicz (voice), Chris Aiken (voice).

è difficile dire qualcosa che sia altrettanto buono del non dire niente/  it is hard to say anything as good as: saying nothing


installazione sonora/ audio installation

2017


soundcloud.com/go-m-jaga/meditations-it-is-hard-to-say-anything-as-good-as-saying-nothing

in collaboration with shivum sharma (music)

installazione/installation


galleria san marco, fondazione bevilacqua la masa/st mark’s gallery, bevilacqua la masa foundation, 2017


photo credit: ana blagojevic


it is hard to say anything as good as saying nothing mix_gosia.mp3